Adolescenti e tecnologie digitali

Smartphone, I-Pad, Videogiochi e Social Media rappresentano lo sfondo in cui si proietta la vita di un adolescente nato nell’era digitale. Ogni aspetto del quotidiano è mediato dallo schermo: la socializzazione si sviluppa in contesti inediti rappresentati da WhatsApp, FaceBook, Instagram e altri social; il divertimento è sostenuto dalla proposta di videogiochi sempre più immersivi e coinvolgenti; la ricerca di informazioni offre la possibilità di accedere a qualsiasi contenuto con un click.
Gli adolescenti sono i massimi interpreti della rivoluzione tecnologica di questi ultimi anni e i cambiamenti a livello psicologico e sociale sono stati talmente veloci che il mondo scientifico è di rincorsa nel comprendere l’entità delle trasformazioni in atto.
Cosa abbiamo guadagnato dalle tecnologie digitali, cosa abbiamo perso? Come psicologi, genitori, educatori dobbiamo chiederci:

  • il tempo speso davanti allo schermo è tempo perso e tolto ad altre attività più creative?
    come si sviluppa l’identità di un adolescente che ha un concetto di privacy opposto a quella dell’adulto e che si nutre di relazioni virtuali?
  • la socializzazione è ostacolata o favorita dai social?
  • il sistema di valori che l’adolescente deve costruire come si sviluppa in relazione ai contenuti del web in un periodo storico in cui tutto appare liquido, dove tutto è il contrario di tutto e la bussola per orientarsi sembra essere il proprio bisogno personale e narcisistico?
  • la famiglia è in difficoltà nel gestire la vita tecnologica dei figli, quali le regole da dare, quali i modelli educativi di riferimento?
  • la sessualità con la facilità di accesso ad ogni immagine o video risulta anch’essa trasformata, ma quali sono le trasformazioni in atto rispetto ai modelli precedenti?
  • come distinguere l’uso normale delle tecnologie da un uso improprio o patologico?

Sono domande alle quali possiamo rispondere attraverso una cultura psico-digitale capace di contemplare l’interazione delle tecnologie con lo sviluppo dell’individuo.
Sono domande che ci spingono a promuovere un utilizzo consapevole e responsabile delle tecnologie digitali per prevenire gli usi impropri e per favorire un utilizzo positivo a servizio dello sviluppo sano del bambino/adolescente/adulto.